Recensione "La Cisterna"

Titolo: “La Cisterna”
Autore: Nicola Lombardi
Genere: Horror
Pagine: 270
Prezzo: €9.90 cartaceo
             €2.99 eBook
Sito dove trovarlo: http://www.dunwichedizioni.it/
Editore: Dunwich Edizioni
Voto:

Trama:
Nuovo Ordine Morale. Una feroce dittatura militare. Un nuovo sistema carcerario estremo in cui le Cisterne rappresentano il terribile strumento per una radicale epurazione della società.
Giovanni Corte, giovane pieno di speranze, conquista l’ambito ruolo di Custode della Cisterna 9, nella quale dovrà trascorrere un anno. E comincia così per lui un cammino – inesorabile, claustrofobico, allucinante – lungo gli oscuri sentieri dell’anima umana, verso il cuore buio di tutti gli orrori che albergano fuori e dentro ciascuno di noi.

Frase che mi ha colpito di più: La Storia è un libro che a ogni capitolo ricomincia. Nulla di che stupirsi.

Recensione:
Un horror psicologico, che scava nelle paure più profonde.
Una trama avvincente che lascia il lettore con il fiato sospeso pagina dopo pagina, un horror senza spargimento di sangue, un horror che scava nelle paure, che ci fa pensare a cosa sia giusto o sbagliato, ci fa porre delle domande al quale non ci sarà mai permesso avere delle risposte.
Il libro è in terza persona, la scrittura all’inizio l’ho trovata un po’ difficile a causa di parole un po’ troppo complesse, ma basta prenderci la mano e il libro scivola via in un soffio.
Ci troviamo, probabilmente in un Mondo postapocalittico, ma non sappiamo esattamente in che luogo  siamo, dai nomi molto probabilmente ci troviamo in Italia, non sappiamo cosa sia successo al Mondo esterno, siamo all’oscuro di tutto.
Siamo all’interno della Cisterna, nell’anello l’unico posto “sicuro” di questo carcere, viviamo insieme al custode un anno interminabile, dove il protagonista dovrà “giustiziare” i condanni, per questo lungo anno sarà all’oscuro di ciò che accade al di fuori della Cisterna, l’unica forma di informazione che potrà avere saranno i vari telegiornali ma ovviamente non diranno tutta la verità.
All’inizio vediamo Giovanni sicuro della scelta, sicuro dei suoi pensieri e della politica del NOM, ma con l’avanzare del tempo vediamo le sue sicurezze vacillare, comincerà a porsi delle domande alla quale, un po’ come noi che viviamo nella sua storia, non riceverà mai risposte.
Sarà lui sulla base di ciò che vede, sente e prova a doversi dare queste risposte. Risposte che lo porteranno alla cruda realtà, dove il sogno della sua Isola sarà spazzato via….ma non aggiungo altro non vorrei fare troppi Spoiler.
Siamo noi Giovanni, siamo noi il custode, noi vediamo con i suoi occhi, proviamo le sue paure e le sue emozioni. Grazie alla scrittura perfetta e dettagliata di Nicola Lombardi riusciamo a vivere appieno la storia, l’ambiente che lo circonda. Lo stile di scrittura è super dettagliato non lascia niente al caso e grazie a ciò riusciamo a immaginarci ogni singolo angolo di questa Cisterna e immedesimarci ancora di più nella storia.
Un romano che consiglio a tutti, soprattutto a coloro che amano questo genere di horror che ti entra dentro e non ti lascia più.
Entrerà sicuramente nella mia Top Ten del 2015.

Annunci

2 thoughts on “Recensione "La Cisterna"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...