Recensione "I Cavalieri Del Nord" di Matteo Strukul





 Autore:  Matteo Strukul
Titolo: “I Cavlieri Del Nord”
Prezzo: €16,90
Pagine: 456
Voto: ⭐️⭐️ ⭐️











Trama

Salvato, ancora bambino, in una notte di luna e lupi, Wolf è diventato un giovane cavaliere Teutone. Cresciuto sotto la guida di Kaspar von Feuchtwangen, suo mentore e maestro, il ragazzo intraprende insieme ad altri settanta cavalieri crociati, un lungo viaggio dalla Russia alla Transilvania per raggiungere e difendere il castello di Dietrichstein, ultimo avamposto della fede cristiana in una terra ormai in preda a orde di barbari e diaboliche forze oscure.
Lungo la via, fra terre addormentate in un inverno infinito, Wolf incontra Kira, che tutti credono una strega, ma che in realtà nasconde una storia di ribellione e violenza nei bellissimi occhi color temporale. La sua è una presenza che getta scompiglio nella schiera Teutone, poco avvezza alla presenza femminile, e che reagisce con sospetto e rabbia, ritenendo la donna responsabile delle molte sventure che costellano il lungo viaggio. Ma niente è come sembra nell’Europa del 1240.
Fra magia e religione, passioni e tradimenti, Wolf conoscerà se stesso attraverso il sacrificio e il coraggio fino ad affrontare una terribile guerriera che si fa chiamare La Madre dei Morti, un diabolico negromante e un re senza corona, mentre l’amore per Kira martella il cuore aprendo ferite: perché Wolf è un cavaliere dell’Ordine e la Regola proibisce di amare una donna, soprattutto quando è una creatura irresistibile. A meno che…
Recensione
All’inizio, fino a metà libro, ho fatto fatica ad immedesimarmi nella storia ad apprezzare i personaggi e a capire la storia fino in fondo. Infatti, almeno per me, la prima parte l’ho trovata troppo confusionaria con troppi personaggi buttati li a caso. Ma per fortuna dalla seconda metà in poi la storia ha preso tutta un’altra piega, andando per fortuna solo in salita e migliorando pagina pagina. 
Alla fine sono riuscita ad apprezzare i personaggi ognuno con la propria storia, il proprio passato, la loro motivazione e il loro coraggio. La storia è scritta in terza persona ma tocca non un solo personaggio ma più, e grazie a questo è possibile capire fino in fondo ogni personaggio.
Sicuramente la parte che mi ha colpita di più sono i ragionamenti di alcuni personaggi del perché, senza fare spoiler, ci sia questa guerra come protagonista assoluta del romanzo .
Purtroppo però ho trovato un po’ troppo forti le scene delle battaglie, forse non è proprio adatto ai più sensibili.

Tirando le somme è un libro che mi è piaciuto abbastanza, purtroppo è un pochettino lento e soprattutto penso che sia un libro che vada letto con calma perché in alcuni punti fa riflettere su molte cose.
Annunci

2 thoughts on “Recensione "I Cavalieri Del Nord" di Matteo Strukul

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...