Recensione "La foglia nera"



La Foglia Nera

Autore: Alen Grana
Illustrazione di copertina: Emiliano Billai
Anno: 2015
Formato: 12,5×21 cm (brossura)
Pagine: 274
Collana: Collana Fantasy LaPiccolaVolante
Genere: Avventura – Piratesco
ISBN: 9788897785101 


“Siamo pirati, a volte è bene sfruttarne i vantaggi, privi di sensi di colpa. E, mentre noi siamo chiusi qui dentro, altri pirati stanno guidando la Re Balena in una rotta assurda, verso terre sconosciute, a caccia di un tesoro leggendario”.
Una guerra li ha divisi, un’altra potrebbe farli riunire ma questa volta sarà difficile scegliere da che parte stare. Ovunque cenere, macerie e distruzione.
“Dopo i cannoni vennero i moschetti, i fucili e le lame degli uomini della Regina, sbarcati con le scialuppe per finire il lavoro”.
La Foglia Nera incombe sulle terre e i mari dell’Impero. Nuove rotte aspettano di essere solcate, per vendetta o per sete di potere. Una nuova avventura per il Re Balena, Fryg Blue, nuovi alleati e un temibile avversario, alla volta dell’oscuro tesoro dimenticato che riaccenderà la scintilla della Leggenda.
“Sembro essere il solo a credere ancora a questa mappa e al tesoro che promette”.
Il mio pensiero:
Purtroppo non sono riuscita ad amare questo secondo capitolo come il primo. Forse non era il periodo, forse dovrei fare un piccola ripassata del primo fatto sta che non sono riuscita ad entrare in sintonia ne con i personaggi ne con la storia stessa.
Ho fatto molto fatica a continuare la lettura, pensando d’abbandonarla più volte, non mi sono ritrovata in niente.
Sicuramente sarà un romanzo che in seguito riprenderò sperando sia la volta buona per rientrare in sintonia con questi fantastici libri.
Breve estratto:
Fu impossibile riposare.
Dissero che quella sera, prima che tutto diventasse buio, le campane suonarono a lutto.
Loro sapevano.

Sapevano quello che sarebbe accaduto da lì a poche ore, e vollero mettere in guardia quanta più gente possibile. Nessuno diede all’allarme il giusto peso. Pensarono a una burla di Rudger, il vecchio campanaro mezzo sordo, che gestiva la chiesetta al centro del paese confinante le mura di Giusta Sentenza.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...