Recensione "Tutta la verità su Gloria Ellis"

Oggi vi parlo di un libro che purtroppo ha deluso, tanto, le mie aspettative. Sto parlando di “Tutta la verità su Gloria Ellis” di Martyn Bedford, uscito da poco per DeAgostini.
Ma partiamo subito dai personaggi: Gloria e Uman.
Gloria mi è stata antipatica fin dall’inizio è un personaggio senza senso, non è in grado di prendere delle decisioni da sola, non riesce a pensare da sola però riesce a farsi ammaliare da Uman, mezzo secondo dopo averlo visto!!! Ha una bella casa, una migliore amica dolcissima e bellissima, una famiglia che le vuole bene nonostante siano sempre impegnati e lei non fa che lamentarsi, ma perché?! 
Uman, un ragazzo con un passato molto molto difficile, sembra un ammaliatore di serpenti, sbruffone, finto intelligente che alla fine è tutto fumo e niente arrosto. Tutte le persone che incontra dai professori a Gloria rimangono ammaliati, si fanno rigirare dalle sue “splendide” parole, che per me sono solo senza senso e inutili giri di parole.
Dopo poco che i due si “frequentano” decidono di fare un giro luuungo, senza ovviamente avvisare i genitori di lei. 
L’unica nota positiva sono i luoghi che i due, furbi, visitano durante la loro fuga. Infatti le descrizioni dei luoghi sono bellissime sembra quasi d’essere con l’oro in un prato verde o in riva al mare.
Ultima nota negativa, e poi finisco, è il fatto che non c’è una storia continua. 
Il libro, si può dire, che è diviso in due una parte in cui vediamo Gloria in commissariato durante un interrogatorio e questa è la parte che ho odiato di più in assoluto snervante, noiosa, Gloria sembrava la reincarnazione brutta di Uman. E una seconda parte, ovvero, la storia della loro fuga. Poteva anche essere interessante se non fosse per il fatto, che quando la storia stava diventando interessante e accendeva in me la curiosità veniva interrotta per riportarci durante l’interrogatorio. Assolutamente poco apprezzato.
Trama:

Gloria Ellis ha quindici anni e odia la sua vita. Odia la stupida cittadina di provincia in cui è cresciuta, la stupida scuola che frequenta e gli stupidi amici che vede tutti i giorni. È per questo che quando nella sua classe arriva un ragazzo nuovo, un ragazzo deciso a infrangere ogni regola, Gloria se ne innamora immediatamente. In apparenza Uman è tutto ciò che lei ha sempre sognato: è brillante, sicuro di sé, imprevedibile. Ed è pronto a trascinarla in un’avventura che non conosce limiti, se non quelli del proprio coraggio. Gloria accetta la sfida e parte – senza lasciare un biglietto, senza salutare nessuno – per una folle e romantica fuga attraverso l’Inghilterra. All’inizio tutto è come lei se l’era immaginato: un’esperienza liberatoria, esaltante. Presto, però, Uman si rivela diverso da quel che sembrava. E quando Gloria se ne accorge, quando scopre la verità su di lui, si ritrova ormai molto lontana da casa. Forse troppo lontana. Dalla penna di uno scrittore pluripremiato, una suspense psicologica che mozza il fiato. Una storia indimenticabile, costruita come un interrogatorio della polizia, in un rapido susseguirsi di domande e risposte, confessioni e colpi di scena. Fino all’ultima, strepitosa riga.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...