Recensione "2055. False Hearts" di Laura Lam

Seconda recensione della giornata dedicata  a “2055. False Hearts” di Laura Lam uscito per Fanucci Editore ad un prezzo di €14,90.
Parto subito con il dire che è stata una lettura abbastanza pesante e complicata, lettura iniziata e abbandonata per più di un mese.
Ma solitamente sono una persona che quando inizia qualcosa la porta a termine, anche con i libri. Quindi verso fine agosto ho ripreso in mano il libro e ho continuato la lettura, per fortuna dopo la metà è stata una lettura tutta in salita, altrimenti l’avrei abbandonata per la seconda volta.
Ma di che parla il libro?
Siamo in una San Francisco del futuro, tutto è tecnologico, tutti sono perfetti e bellissimi. In questo nuovo mondo vediamo una nuova tecnologia un farmaco lo Zeal, che è in grado di poter gestire i propri sogni e poter fare tutto ciò che sia vuole.
E Tila lavora per lo Zeal, e proprio questo lavoro la porterà alla rovina. Toccherà alla sua gemella Taema dover prendere in mano la situazione e salvare la sorella da morte certa
Un libro pieno di colpi di scena soprattutto sul finale, identità nascoste, personaggi che riemergeranno da un passato che le due sorelle pensavo ormai d’essersi lasciate alle spalle.
Misteri, amori, tradimenti un libro un po’ confusionario, troppi intrecci, troppo nomi e troppe spiegazioni scientifiche e tecnologie che non sono riuscita ad apprezzare appieno e che hanno reso la lettura faticosa e pesante.
Ma posso dire con certezza che mi sono piaciuti molto i personaggi, anche i cattivi e sopratutto ho apprezzato i capitoli dedicati alla vita passata di Tila e Taema nella comunità di Mana’s Hearth, una comunità che da quel che vive in modo rurale, escludendo la tecnologia e tutto ciò che può essere considerato “impuro”, ma anche nella tranquilla comunità si nascondono segreti terribili che sconvolgeranno fino alla fine la vita delle due protagoniste.
Trama:
Cresciute all’interno della rigida comunità di Mana’s Hearth, le sorelle siamesi Taema e Tila sognano una vita al di fuori della foresta di sequoie che le nasconde dal mondo. Il cuore che condividono ha iniziato a dare i primi segni di cedimento e se vogliono sopravvivere non hanno altra scelta che raggiungere l’altro lato della baia, dove le attende una San Francisco sconosciuta, sconvolta dal terremoto del 2F055, e dove verranno separate chirurgicamente.

Una notte di dieci anni dopo, Tila viene arrestata davanti alla sua casa. È fuori di sé, coperta di sangue. Su di lei pende un’accusa di omicidio, il primo in città da decenni. È sospettata di essere coinvolta nella Ratel, una potente organizzazione criminale, e di aver agito sotto gli effetti dello Zeal, un farmaco che può spingere le menti più violente e deviate a compiere i propri desideri più violenti e terrificanti. Taema sa che se vuole salvare sua sorella e sé stessa non ha altra scelta che immergersi negli anfratti più oscuri della città alla ricerca di ciò che, indecifrabile e torvo, lega il presente al loro difficile passato, rendendo indissolubili i loro destini.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...