“Buongiorno professoressa” di Vauro Senesi

img_8628

Ehilà lettori come state? Come procedono le vostre letture? Purtroppo le mie ultimamente sono andate molto ma molto a rilento! Purtroppo il colpevole è proprio lui, il libro che vi andrò a recensire. Avevo grandi aspettative per questo libro, una copertina bellissima che mi ha colpito dal primo momento, una trama interessante, magica ma alla fine non è stato così.

15036570_856128487856661_2903333299202145629_n“Buongiorno professoressa”cosa mi ha lascito questo libro? Che cosa ho capito? Niente assolutamente niente! Troppa confusione, intrecci della realtà con il sogno ad occhi aperti, sbalzi temporali da una pagina all’altra, l’assenza di capitoli. Impossibile, almeno per me capirne qualcosa e trarne delle conclusioni. Come vi ho già detto il libro è privo di capitoli, se non per un piccolo trattino orizzontale messo ogni tanto a fine pagina o all’inizio. Però il libro è diviso in due: La prima parte parla di Marina, e di questa parte posso  dire che mi è anche piaciucchiata la seconda dove si parla di Pino, per me, è stata buoi più totale. I due protagonisti sono due insegnati ex fidanzati con una vita basata almeno per Marina sulle favole, lei quand’è in pullman sogna le favole, si rivede rivivere queste favole e lo stesso vale per quando è in classe con i suoi studenti. Una cosa che ho apprezzato di Marina è la routine serale che fa con la madre, ovvero ogni sera legge una favola all’anziana madre, anche se certe volte non ho apprezzato le scelte di Marina, perchè ero scelte cattive nei confronti della madre in quanto parlavano della morte e sembrava lo stesso facendo per dispetto. Altra nota positiva va per i suoi sette gatti tutti chiamati con i nomi dei sette nani, fino all’ultimo “nuovo” arrivato Behemoth e la leggenda antica che questo gatto sembra incarnate. Per quanto riguarda Marina per il resto devo essere onesta che ho apprezzato e capito ben poco. Ancora peggio è ciò che ho capito sulla parte di Pino, assolutamente niente! Un’idea del personaggio me la sono fatta ovvero che è un uomo complessato, con mille problemi mentali e fisici, secondo me inesistenti e creati dalla sua mente. Un uomo privo di vita e di voglia di vivere, un personaggio solo che si sente preso un giro da tutti e che odia tutti, solo con l’arrivo di Luciano la sua vita sembra prendere un senso, ma sinceramente non ho capito dove voglia andare a parare lo scrittore con il personaggio di Pino. Ad un certo punto, e forse ho anche ragione, ho pensato che si stesse rifacendo alla storia di Pinocchio e di come la vita da umano non si addica all’ex burattino e così in qualche modo la magia si spezza e tutto ritorna come prima. Ma magari mi sbaglio. Sono assolutamente dispiaciuta per questa lettura, per leggere circa 250 pp. mi ci sono volute ben due settimane! Da parer mio non consiglio questa lettura, però sono curiosa di leggere altri pareri in modo da confrontare ciò che ho capito e magari fare un pò di luce in tutta la storia.

Trama: Marina è dolce, romantica, indocile, e ha una doppia vita: per i colleghi e15109536_861904183945758_5537094718771373356_n gli studenti è un’insegnante capace, entusiasta, che vive il suo lavoro come una serissima e meravigliosa missione. Ma di sera, quando rientra nella casetta che divide con l
‘anziana madre e un’adorabile tribù di gatti, entra in una dimensione misteriosa che solo lei conosce: quella delle fiabe, di cui è da sempre un’appassionata lettrice. È il suo mondo
magico, in cui si immerge per rigenerarsi e tornare più forte a una quotidianità forse troppo solitaria.
Ma la magia è un fenomeno strano, imprevedibile, può persino succedere che, senza preavviso, fuoriesca dalle pagine dei libri e inondi di raggi colorati la vita di tutti i giorni. A volte basta poco: anche un caleidoscopio trovato su una bancarella e una cravatta sgualcita possono diventare oggetti incantati. E trasformare goffe ragazzine in sfavillanti principesse, evocare inquietanti gatti neri, far sbocciare amori impensati. O addirittura restituire a vecchi bambini disillusi il loro antico, fanciullesco spirito di burattino.

//rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=librfata-21&o=29&p=48&l=ur1&category=blackfriday2016&banner=1EFQ0HH7ESX7W3N4SPR2&f=ifr

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...